posted on 16.04.14

The ad might be perfect, the orgy might be massive, and maybe you’ll be seated next to a beautiful woman on the plane. They’re all just false endings. There’s always another day to conquer, and it never really gets any easier or more fun. There are peaks and valleys, wins and losses, but mostly there’s a lot of flat, ugly middle. The victories that you spend forever building end up being as ephemeral as fireworks, sparkling briefly before quickly fading back into the endless blackness of the nighttime sky.”

Mad Men,’ Week 1: Welcome to Disneyland
by 
Molly Lambert

actual-hannibal-cannibal:

In prison Will found his fashion sense
Hannibal - Episode 208 HQ Untagged Stills x10

more like Will entered Jack’s mind and got his sense of style posted on 16.04.14

actual-hannibal-cannibal:

In prison Will found his fashion sense

Hannibal - Episode 208 HQ Untagged Stills x10

more like Will entered Jack’s mind and got his sense of style

posted on 12.04.14

Orbital Mechanics
by Tatiana Plakhova

posted on 12.04.14
posted on 11.04.14

Anonymous asked: scusa ma cos'hai contro il femminismo?

killingbambi:

kon-igi:

Immagino tu ti riferisca alla querelle/bagarre/baton sui pronomi per l’identità di genere…

Mi fa piacere che mi venga data l’occasione per togliermi un sassolino dalla scarpa (che mi fa tanto tanto male) e chiarire il mio pensiero in proposito.

Comincio col mettere di mezzo una mia cara amica, microlina (che mi odierà per questo) prendendola come vero esempio di femminista e restituendo il giusto significato ad una parola che oggi, per me, ha un’accezione negativa.
C’è stato un tempo, oramai si parla di decine d’anni fa, in cui aveva un reale significato lottare per l’emancipazione della donna a malapena inserita in una società discriminante del genere (ma non solo, eh): lei ha vissuto quel periodo in prima persona (non facendoselo raccontare da mamma o da internet) e per me è stato fondamentale sentire riconfermato quello che già sapevo dal lei: una società (quella a cavallo degli anni ‘60-‘70) a forte stampo cattolico-patriarcale, dove veramente la donna era relegata a vestale sfornapargoli del focolare, dove la fortunata che avesse studiato e lottato per ricavarsi un posto di rilievo, viveva quotidianamente la vessazione dei colleghi maschi.
E questo era un dato di fatto culturale.

Le femministe di allora (le Streghe) hanno reso possibili importanti importanti passi avanti nel riconoscimento dell’identità e dell’autodeterminazione femminile (la regolamentazione dell’interruzione di gravidanza, per dirne uno) e hanno gettato le basi per la legislazione sul crimine sessuale nei confronti delle donne.

Cosa rimane di quelle gloriose lotte fatte da ragazze ingiuriate e vessate per strada, arrestate e molestate durante le manifestazioni e fatte bersaglio di frasi tipo 'Te avresti bisogno di essere scopata un po' di più!'?
Rimane una generazione di trentenni che saluta l’introduzione del femminicidio come un’importante conquista sociale, che difendono il genere femminile a priori salvo poi dare della puttana pompinara a chiunque metta in pratica la libertà di costume sessuale tanto sbandierata, che urlano 'Italia paese maschilista!' e invocano l’evirazione e la carbonizzazione in piazza (come nel peggiore passo della bibbia) di chi maltratta la moglie senza avere la minima decenza di informarsi che il nostro paese, tra tutti quelli europei, è tra quello che ha meno casi di violenza femminile.

Ogni persona è libera di dedicarsi anima e corpo alla missione che decide di intraprendere, è libera anche di mettersi i paraocchi e considerare una situazione o un accadimento come un segnale importante di malessere, per quanto immaginato o costruito, io invece dico che queste neofemministe da tastiera, tanto prodighe di ‘mipiace’ su facebook e pronte a rompere i coglioni in discussioni che non hanno la cultura o la sensibilità di affrontare, mi hanno definitivamente rotto i coglioni.

È così difficile insegnare ai propri figli che il rispetto va alle persone e non alle donne, agli omossessuali, agli immigrati o ai precari?

Al di là del fatto che sì, evidentemente è difficile insegnare il rispetto - guarda quanti giovini leghisti - e del fatto che il ddl femminicidio è vomitevolmente paternalista, non è che siamo tutte così male. Rompicoglioni probabilmente sì, ma certe volte è necessario.

con tutto che condivido sia kon-igi che killingbambi,
ma riguardo alla statistica che in italia siamo messi meglio di altre nazioni, ho sempre avuto un mezzo dubbio.

Read More

posted on 09.04.14
surimistick:

givemeinternet:

The closer to the end the more satisfying it gets…

i literally sat here for 10 minute to watch it all
posted on 09.04.14

surimistick:

givemeinternet:

The closer to the end the more satisfying it gets…

i literally sat here for 10 minute to watch it all

posted on 08.04.14
posted on 05.04.14 People shocked at Hannibal Lecter being abusive and manipulative? REALLY?

people every new episode, no shit Sherlock!

(Source: hannimads)

posted on 04.04.14

(Source: seclet)

Page 1 of 175